"Italo", ti vogliamo bene

Mario Gabrielli per atletica Rocca di Papa

Ho guardato con occhi estranei la disperazione e lo sconforto sul viso di mia moglie e dei miei figli il pomeriggio appena rientrato a casa raccontando l'accaduto, siamo restati senza respiro e ho capito, che non possiamo immaginare quale sia lo stato d'animo dei tuoi cari, di tua moglie, dei tuoi figli e di Roberto tuo fratello; ho visto il dolore negli occhi degli altri innumerevoli tuoi e nostri cari amici di tutte le domeniche. Abbiamo pianto, ma credo che ciò che ci hai lasciato nell'anima e nel cuore, il tuo ricordo e ciò che ci hai trasmesso sia la più grande consolazione. Non sarai dimenticato, grande uomo, che la tua passione non scompaia con te, ma viva in noi, che la tua gioia di vivere ci faccia assaporare ancor meglio ogni attimo della vita, che lo sport che tanto amavi continui a crescere e divenga lo stile di vita, oltre che la passione, per tanti altri.

GRAZIE ancora, "Italo", Ti vogliamo bene.

Un caro amico, MARIO.

back