Ciao Antonio....

ke faticaccia, Domenica, 13 maggio 2007, a Collelongo....! Tuttavia, le sensazioni di appagatezza che ho provato correndo immerso in quello scenario mi hanno ripagato, ampiamente, delle sofferenze patite. Stento, a credere, di aver corso e marciato, per la prima volta, superando ampiamente le 7 ore ininterotte. Ripeto, un meraviglioso "Spettacolo della natura". Esperienza, senz'altro da ripetere, ......adottando però una giusta preparazione. Sono rimasto dispiaciuto per te! In fondo, avevo capito, che, come per me, i tuoi intenti erano quelli di concluderla. Perchè hai mollato....? Eppure, lo spirito lo avevi giusto! Da parte mia: Giunto su quella vetta, mi sono ritrovato solo, per qualche minuto, ed ho ammirato quelle stupende coreografie naturali fatte di cime parzialmente innevate, di valli verdeggianti, di acre odori dello sterco animale. Tutto ciò, mi ha messo a cospetto con la mia persona e fatto riflettere che avevo raggiunto, appena, il 35 Km. I crampi ai miei polpacci e le sensazioni di vomito erano sempre più insistenti, tanto, da far scattare la decisione di mollare. Dovevo percorrere, ancora, 7 Km e tutti in discesa. Poi, come d'incanto, ho provato una grande forza che ha generato "determinazione e tenacia", quindi, riflettendo ho provato maggiore fiducia in me stesso, ho stretto i denti e mi sono lanciato. Come per incanto sono passati i dolori e mi sono ritrovato, con la giusta "progressione" ... a correre verso il traguardo, dove, giunto nei pressi, stremato e sorpreso mi sono abbandonato all'incoraggiamento di tutta la mia squadra che mi aspettava e con le lacrime agli occhi ho conquistato la mia meta. ...Grazie, grazie di cuore per l'incoraggiamento e le emozioni che mi avete fatto provare.

Roberto Monti

back