Week end denso di gare per l’Atletica Amatori Velletri

Si è ricominciato veramente in grande, con diversi appuntamenti tra sabato 9 e domenica 10, diverse le distanze, le discipline, ma uguale il massimo dell’impegno profuso dagli atleti veliterni impegnati in varie parti d’Italia.

Sabato l’appuntamento era con la gara sociale prevista allo stadio romano delle Terme di Caracalla, dove 49 squadre si sono date battaglia dalle 8 del mattino fino alle ore 20 (appena prima del via alla Notte Bianca), nella staffetta 12x1 ora in pista. La prova consiste nel correre per 60 minuti ognuno sulla pista dello stadio, che misura 400 metri, cercando di inanellare più giri possibile e contribuendo al termine al risultato complessivo della propria squadra nella classifica generale.

Dopo l’esordio dello scorso anno la società veliterna ha presentato due staffette e fin dalla vigilia tra i componenti le due squadre si è creato un simpatico clima di sfida all’ultimo metro. Alla fine ha prevalso, da pronostico la squadra “A”, che ha percorso complessivamente km 154,657 contro i 146,922 della squadra “B”, nonostante in 6 delle 12 frazioni l’atleta di quest’ultima ha prevalso su quella della squadra vincente percorrendo una distanza maggiore. Questi nell’ordine di partenza gli atleti al via e il loro risultato in km nell’ora di corsa della squadra A: Casentini Giancarlo 14,432 –Mauti Claudio 13,111 –Monti Guido 13,294 – Bottoni Marco 13,075 – Astolfi Sandro 12,261 – Sciotti Maria 11,758 – De Marzi Giorgio 12,163 – Soprano Fabrizio 13,808 – Rapali Mauro 15,098 – Ciarla Eligio 12,718 – Lupi Antonio 11,384 e Ciarla Alberta 11,555, mentre per la squadra B Lupi Paolo 13,530 – Barchiesi Ivo 12,082 – Serangeli Masiimo 13,512 – Lonigro Enrico 11,348 – Fontana Paolo 12,827 – Giansante Giorgio 12,099 – Ciafrei Enzo 12,259 – Bagaglini Roberto 12,853 – Frontini Guglielmo 11,423 – Mammucari Maurizio 10,912 – Mammucari Luca 12,414 e Andolfi Armando 11,663.

Il tutto si è svolto in un clima di happening all’interno dello Stadio, con la partecipazione attiva in veste di tifosi dei compagni di squadra che avevano corso la propria frazione o erano chiamati a farlo nelle ore successive e con piacevoli eventi collaterali quali il ristoro, un pasta party praticamente continuo con specialità tipiche della provincia come i funghi porcini di Lariano serviti con la bruschetta o la porchetta di Ariccia. In classifica finale la squadra A è giunta 19^ e la squadra B 30^.

Domenica 10 impegni su tre fronti, nella vicina Borgo Podgora gara su strada di 10,3 km in cui si sono distinti Giordani Gianfranco che ha chiuso in 40’46”, Del Bono Fabrizio 44’28”, Ermacora Simone 51’20” e Felici Emanuela 58’23”.

A Parma di scena nella Cariparma Maratona, riservata ai soli atleti delle categorie amatori-masters, ottimi riscontri per i due atleti veliterni partecipanti, entrambi contagiati dall’inguaribile germe della maratona che quando coglie il podista non lo lascia più, alla loro 3^ 42km dopo l’esordio in marzo a Roma. Entrambi hanno nuovamente migliorato il proprio record personale di oltre 10 minuti, Spallotta Donato ha chiuso in 3h52’13” e Monteferri Mauro in 4h02’57”, dimostrando di essere anche lui ormai pronto ad abbattere il muro delle 4 ore.

La ciliegina sulla torta di questo week end podistico a livello tecnico è venuta ancora una volta da Belardini Gianluca. Era in programma con partenza ed arrivo ad Anguillara Sabazia, la ROMA NO LIMITS, manifestazione off road che prevedeva tra l’altro anche la distanza di maratona, su un percorso disegnato nelle campagne e colline della zona con alcuni passaggi anche nelle acque del lago di Bolsena, subito al via con gli atleti costretti ad immergersi fino al collo e quindi a percorrere poi il restante tragitto con le scarpe bagnate, che per chi corre è facile immaginare quale difficoltà richieda, soprattutto per il rischio vesciche. Successivamente si passava nelle campagne di Cesano, di Formello nella Valle del Sorbo, al Lago di Martignano (altro bagno), e giù con recinzioni da scavalcare, ponti tibetani da attraversare, tutto gestito in sicurezza e piacevole contatto estremo con la natura. Ebbene al termine, Belardini risulterà in classifica 5° assoluto in 3h37’59”, dietro solo a mostri sacri come Giorgio Calcaterra e Marco D’Innocenti (forti maratoneti e atleti convocati in nazionale per il mondiale della 100km in Giappone ad ottobre) e ad altri due forti atleti già giunti lo scorso anno nelle prime 4 posizioni. Se per Belardini ormai non ci si stupisce più, ottima impressione ha destato, nella stessa gara, il risultato dell’altro veliterno in gara, Caporro Orlando, tutto sommato nuovo a questo genere di gare e con una più ridotta esperienza nelle lunghe distanze rispetto al primo, quindi il suo 59° posto assoluto in 5h13’20” è da considerare alla stregua di un vero e proprio exploit.

Atletica Amatori Velletri

back