Altra intensa domenica per gli Amatori Velletri

E’ arrivato ormai il caldo che se da un lato favorisce la voglia per molti di uscire e andare a correre, per coloro che fanno di questo sport la loro passione è senza dubbio tutto, fuorché un alleato.

Nonostante ciò in ben 4 manifestazioni di 3 diverse regioni italiane, erano allineati al via nostri atleti.

Il gruppo più numeroso nella vicina Lariano per la 4^ edizione del Corrimaggio Larianese, prova di 9km che ha visto molti dei nostri entrare nelle diverse premiazioni di categoria e addirittura Maurizio Fiorini 7° assoluto in 34’25 e Mauro Rapali 12° in 35’11. Ottimi tutti gli altri nell’ordine: Gianfranco Giordani 38’15”, Silvano Modesto 38’31”, Teseo Mastrangeli 40’44”, Benito Rapali 41’04”, Francesco Nicolò 42’30”, Cristina Cianfarani 42’31” e a seguire David Ermacora, Giorgio De Marzi, Antonella Cugini, Venerino Cellucci, Simone Ermacora, Maria Sciotti, Marcello Pennacchi, Maurizio Mammucari, Mario Leoni, Daniela Abbadini, Rossana Trionfera, Luisa D’Angelo e Lucilla Rapali.

Solitario ad Anzio per la Corro Anch’io di 9,2km Stefano Cucchi, giunto 29° in 36’51”.

Poi il gruppo dei maratoneti, che non temono il caldo ma lo sfidano, divisi tra l’Ecomaratona dei Marsi in quel di Collelongo (AQ), per una prova molto suggestiva all’interno del Parco Nazionale d’Abruzzo, su sentieri sterrati, sottobosco e strade carraie, con un dislivello altimetrico complessivo di oltre 2.000 metri.

Gianluca Belardini ha ottenuto un grande risultato giungendo 15° assoluto in 3h57’01, ma per tutti è stata una gran bella giornata da ricordare, ricca di sensazioni e soddisfazione per aver portato al termine la prova. Nell’ordine Fabrizio Borro 4h55’28”, Italo Bagaglini 5h16’00”, Giorgio Giansante 5h28’28”, Alberta Ciarla, Fabrizio Soprano e Roberto Bagaglini hanno concluso insieme in 6h02’47”, Gianni Mariani 6h03’03” e Ivo Barchiesi 6h49’58”.

Nella prova breve di 13km dell’Archeo Run hanno tagliato il traguardo Franco Maggiore e Alvaro Tartaglia.

Infine a Pisa era di scena l’ottava edizione della Pisa Marathon, con partenza da Pontedera ed arrivo in linea nel capoluogo toscano nello splendido scenario di Piazza dell’Arcivescovado, con alle spalle la Torre Pendente, il Duomo ed il Battistero, con una miriade di turisti che hanno contribuito anche a sostenere gli ultimi sforzi degli atleti.

Di scena Giancarlo Casentini ancora una volta pacemaker delle 3h30’, che chiudeva puntuale come da programma in 3h29’32” e poi due “nuovi” maratoneti che avevano sin qui corso solo la Maratona di Roma e dopo meno di 60gg si sono presi il lusso di bissare e conseguire entrambi il miglioramento del personal best, rispettivamente Donato Spallotta in 4h10’04” e Mauro Monteferri in 4h15’28”.

Atletica amatori Velletri

back