33^ CIASPOLADA in Alta Val di Non

Dopo aver iniziato il 2006 da tedoforo, Giancarlo Casentini continua a stupirci ed eccolo il giorno della Befana partecipare ad una delle gare più affascinanti che si svolgono in Italia e magari fare da apripista, perchè crediamo che il racconto che ne farà agli altri atleti della nostra società rischia di essere contagioso.

Giornata stupenda di sole che unicamente la montagna sa regalare, temperatura qualche grado sotto zero, questo lo scenario dell’Alta Val di Non in Trentino, imbiancata in tutto il suo splendore con ai piedi una sterminata distesa di neve quasi immacolata, dove da 33 anni va in scena La Ciaspolada, gara che si disputa su un sentiero completamente innevato e con ai piedi le famose ciaspole, quelle vecchie di legno che siamo abituati a pensare associandone il suo uso a passeggiate sulla neve o quelle più moderne in plastica ed altri materiali tecnici per gli atleti più forti e specialisti di queste gare che hanno anche competizioni europee, dove le nostre atlete hanno primeggiato lo scorso anno.

Il percorso quest’anno partiva da Romeno, attraversava con due suggestivi passaggi gli abitati di Cavareno e Sarnonico per giungere dopo 7,5 km a Fondo, dove è il cuore pulsante di questa manifestazione che alla sua prima edizione nel 1973 vide alla partenza 18 iscritti e quest’anno invece erano più di 6.200 al via, nuovo record della manifestazione, che ha avuto tra i suoi vincitori negli anni atleti del calibro di Salvatore Bettiol, Laura Fogli e il keniano Benson Cherono, anche se più spesso davanti ai grandi atleti internazionali sono giunti specialisti di questa disciplina, ai più sconosciuti ma difficilmente battibili su questi terreni e con le ciaspole ai piedi.

Quest’anno invece è stato il big dell’edizione ad avere la meglio tra gli uomini, il neo maratoneta Giuliano Battocletti, trentino ed esordiente ha messo tutti in riga, mentre tra le donne un’outsiders lombarda, la bresciana Cristina Scolari, ha preceduto le favorite della gara.

Il nostro Giancarlo Casentini, da neofita ha fatto la sua bella figura, giungendo 151° assoluto con il tempo di 41’47”.

Atletica amatori Velletri

back