Gran presenza a Fiumicino

Per i podisti laziali è tempo di cominciare a tirare le somme del lavoro svolto nel periodo invernale e con i classici ed irrinunciabili appuntamenti della Roma-Ostia e della Maratona di Roma, arriva l’esigenza di verificare le proprie condizioni di forma, per non arrivare in ritardo alla sfida cronometrica con se stessi o, spesso, con il proprio “irriducibile” amico avversario, con il quale uscire sconfitto può significare prepararsi ad un periodo di quel sano sfottò che anima i lunghi e duri allenamenti.

Ecco allora giungere a proposito la 2^ edizione della Fiumicino Half Marathon, prova sulla distanza dei 21,097km svoltasi nella città portuale, su un percorso pianeggiante e scorrevole che ha toccato i diversi punti del territorio che si estende tra la città e alcuni dei canali della foce del fiume Tevere, ove si concentrano anche le attività dei locali cantieri navali.

Molti i podisti presenti al via, parte impegnati per il contemporaneo traguardo dei 10km, in una giornata che si è presentata con un clima interlocutorio, dopo giornate contrassegnate dal sole e da temperature comunque bassine e da una vigilia invece piovosa che non lasciava presagire nulla di buono. Invece, lasciata la zona dei Castelli Romani, le nuvole in cielo si sono aperte lasciando spazio al sole, una decina di gradi la temperatura, quanto bastava quindi per correre nuovamente con la sola canotta dopo qualche mese e un filo di vento che lasciava immaginare un’altra insidia contro cui correre, soprattutto nei tratti più scoperti lungo il mare e lungo la foce del Tevere.

La partenza sarà l’unico punto debole di una gara nel complesso organizzata in maniera brillante, percorso ben controllato dai tanti volontari senza quindi che le auto recassero fastidio, logistica molto ben curata all’interno della scuola di fianco allo Stadio con ottima organizzazione della distribuzione dei pettorali e chip (controllo partenza, 15°km ed arrivo), dei pacchi gara al termine dopo la riconsegna dello stesso, del ristoro ben disposto e fornito al termine, così come i 3 lungo il tracciato anche se provvisti di sole bevande ma con l’acqua in bottigliette, molti alla fine i premi ai partecipanti, tra assoluti e categorie, insomma quelli del GS Isola Sacra che organizzavano hanno fatto le cose per bene e certamente saranno rimasti soddisfatti degli oltre 1000 arrivati, di cui 779 per la mezza maratona e 332 per i 10km.

Sesta la posizione della nostra società nella classifica delle squadre, buone le prestazioni dei nostri, con nell’ordine Gianluca Belardini, 55° in 1h23’03”, Giancarlo Casentini 76° in 1h24’17”, Fabrizio Borro 136° in 1h29’20”, Benito Rapali, brillante 2° della sua categoria in 1h32’51”, Marco Simoneschi 1h39’11”, Fabrizio Soprano 1h40’35”, Eligio Ciarla 1h41’56”, Enrico Lonigro 1h42’33”, Giorgio Giansante 1h46’47”, Fabrizio Mastrostefano 1h47’45”. Tra le donne migliori prestazioni per Antonella Cugini 27^ in 1h46’25”, Maria Sciotti 32^ e 2^ di categoria in 1h48’37”, Alberta Ciarla 1h53’31”, Daniela Abbadini 2h02’48” e Rossana Trionfera in 2h04’23”. Hanno partecipato anche Alvaro Tartaglia, Orlando Caporro, Fabrizio Piccoli, Loris De Marchis, Armando Andolfi, Antonio Lupi, Gino Petrella, Giorgio de Marzi e Tommaso Cuomo, mentre Mara Cecchini ha preso parte alla 10km giungendo al 5° posto nella sua categoria.

Per tutti ottimo test in vista dell’appuntamento del 27/2 per la Roma-Ostia e del 10/3 con la Maratona di Roma, per entrambe si preannuncia una partecipazione record alla quale contribuiranno anche i nostri atleti, mai come quest’anno in numero veramente ragguardevole.

Atletica amatori Velletri

back